Skip to content

Toutes nos envies

novembre 11, 2011
tags: ,

 (Tranquilli, certo che vi faccio la recensione. Per le solite ragioni non c’è l’inizio, ma c’è il finale).

A pensarci il giorno dopo, non è un film sul cancro. E’ un altro film in cui il cancro è la scusa per far scattare il conto alla rovescia, un po’ come in Biutiful. E che impone di chiedersi: e allora, cosa vogliamo da questa vita? Lasciare il segno, e tra i modi possibili, la protagonista sceglie di salvare un’amica, madre di due bambini, inguaiata dai debiti. E in effetti al centro del film compare questo: lo strozzinaggio, la difficoltà di tirare avanti, i prestiti con interessi a doppia cifra, le pubblicità menzognere. Il potere di un giudice di cambiare una vita, o molte.

Il cronometro scorre tra tribunali e ricorsi, mentre la malattia si eclissa nella decisione della protagonista di non dire nulla a nessuno e in quella di non curarsi; si limita nei bagni in cui sta male, nelle stanze d’ospedale in cui è rinchiusa, nelle notti silenziose in cui cerca su internet informazioni sulla sua malattia. E proprio questo mi è parso il dettaglio più umano: non la stoico-egoistica decisione di non dir nulla, non la fatalista-consapevole rassegnazione del non curarsi, ma la solitudine del cliccare il proprio tumore di nascosto.
Le recensioni parlano della fureur de vivre che questo film trasmetterebbe; personalmente mi ha lasciato più tristezza e anche un gran senso di ingiustizia e di impotenza, la secca constatazione che nessun giudice e nessuna decisione possono salvarti quando la bestiolina è abbastanza bastarda.
(Inoltre mi complimento con me stessa per l’azzeccatissima scelta cinematografica alla viglia degli esami trimestrali, un po’ come vedere Alive prima di prendere l’aereo…)

Annunci
4 commenti leave one →
  1. utente anonimo permalink
    novembre 11, 2011 12:03 pm

    Bel post, sei forte Sissi.
    4 p

  2. novembre 11, 2011 3:41 pm

    anfatti. è proprio il caso che vengo a farmi un caffè con te, ché mi ti butti giù…
    😉
    ps. tua mail determinante, pc fuori uso, non riesco a rispondere lì, ma qui ti dico, ma sì, che ce frega, noi ci cproviamo ;)))

  3. novembre 11, 2011 5:34 pm

    sììììììììììììì!!!!

  4. utente anonimo permalink
    novembre 12, 2011 11:10 am

    Oh maronna santissima, non ci sto capendo una mazza.
    Fammi capire una cosa, scusa l'ignoranza che in materia la mia ti assicuro è tantissima.
    Io non ho un blog commento e basta, per me cambia qualcosa?????
    E come posta mail per me cambia qualcheCOSSA??????
    Grazie in anticipo, 
    4 p   

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: