Skip to content

It’s not fair (and I think you’re really mean)

settembre 13, 2011
tags: ,

Per intenderci, parlo di questo.

Sono dieci giorni che penso a cosa scriverti, caro Vasco, perché non voglio litigare, ma mi pare che tu sì. A parte che mi avevi promesso di venire a Paris con la scusa del tour europeo e non ti sei visto. A parte che sono venuta a Torino per te e ti sei dato malato. Ora spiegami cos'è questa idea dei Caraibi. (Intanto perché io non sono invitata?!? Mi piacerebbero i Caraibi, ti assicuro. Daiiii, andiamo ai Caraibi.)  Però non con la scusa del cancro. Cioè, visto che non l'hai – e spero per te che sia vero, lo spero proprio, dimmelo se non è così, sai che con me puoi parlare, lo sai eh? – dicevo, visto che non l'hai, potevi anche occupare l'intervista in un altro modo.
Intanto perché tra quello che si pensa quando si pensa di avere qualcosa e quello che si pensa quando si ha qualcosa, c'è di mezzo un mare, l'oceano Atlantico, tipo. Poi perché, a parte un po' di sani masochisti e depressi cronici, non piace a nessuno soffrire e l'idea di morire allegri alletta molti. L'unico dettaglio che ti è sfuggito è che bé, di cancro non si muore per forza. Cioè, si muore ogni tanto, forse qualche volta, magari anche di più, però non è che ti dicono cancro e sei morto. E' proprio questa la cosa che fa paura, questa equazione: soprattutto a chi non sa bene, a chi non vuole leggersi tutte le informazioni, e si accontenta di ascoltare quello che dici tu, e che invece io cerco di contraddire da…mmm…un paio d'anni. Perché ai Caraibi ci voglio andare, e voglio pure restare allegra, e non soffrire, grazie, però ecco, la sequenza logica mi è sembrata cura-vacanza, e adesso che ci penso, perché ho passato l'estate in Liguria e non ad Aruba?

Grazie per la segnalazione al sempre attento Mapo, che è stato abbastanza astuto da non farsi convincere a prendere il biglietto per il concerto di Torino.

Si legge anche qui.

Annunci
15 commenti leave one →
  1. settembre 13, 2011 2:11 pm

    aspettavo che dicessi qualcosa di tutta la vicenda, unicamente per rispetto alla tua persona e alla tua deprecabile venerazione per vasco non mi ero ancora pronunciata 😉
    e adesso postalo pure di là please, a caratteri cubitali!

  2. settembre 13, 2011 2:18 pm

    in  realtà ho cercato di ignorare tutta la vicenda, ma essendo vanity fair punta di diamante delle letture culturali vacanziere non ho avuto scampo!
    (ok, lo posto, praticamente è un atto di guerra contro vasco, un idillio finito, noooooo )

  3. settembre 13, 2011 2:25 pm

    La mia reazione alle affermazioni di Vasco era stata molto più rabbiosa e per niente "politically correct".
    La tua merita un applauso.

  4. settembre 13, 2011 2:29 pm

    ohhh, ma la mia prima reazione è stata saltare le prime tre battute e iniziare a leggere l'intervista da metà pagina! hai presente la tecnica dello struzzo?
    ecco

  5. settembre 14, 2011 9:34 am

    Sono una grande appassionata del Vasco della prima ora, insomma del Vasco ubriaco duro a Sanremo, tanto per intenderci, ma dopo questa uscita, è andato giù per una braga e fatico a farlo risalire

  6. settembre 14, 2011 3:41 pm

    assolutamente d'accordo. Non so cosa sia accaduto a vasco, ma non era un timido? cosa sono tutte queste dichiarazioni? io sono stata al concerto di san siro (una botta di c…o: la sorella di mia cognata aveva il biglietto e non poteva più andarci, io mi sono offerta…), anche lì ha iniziato a parlare così tanto e in modo così poco comprensibile che è stato fischiato anche se il basso livello toccato con i "caraibi" non è mai stato raggiunto!

  7. settembre 15, 2011 9:03 am

    ziacris, condivido 😦
    wolkerina, beate te ! (che hai sorelle di cognate che rinunciano al biglietto per il concerto intendo !) mi hanno detto di quel concerto – che tipo si è scordato delle parole delle canzoni – ma ho liquidato la faccenda pensando " anche questo è vasco" ! ma uff, persino io resto a corto d argomenti d difesa ormai 🙂
    baci
    s

  8. settembre 15, 2011 8:28 pm

    Solo due parole: SEI-GRANDE.
    Che io poi detesti Vasco per tutta una serie di ragioni è un surplus. Ecco, ho fatto anche outing.

  9. settembre 17, 2011 9:51 am

    sentiamole, queste ragioni! ho difficoltà a immaginarmele!
    bacio
    s

  10. utente anonimo permalink
    settembre 19, 2011 4:03 pm

    Ci voleva proprio una bella dichiarazione.
    Brava non potevi far meglio!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    4p

  11. settembre 19, 2011 6:33 pm

    ragazze, basta! mi sembra d essere complimentata x aver tradito il marito

  12. utente anonimo permalink
    settembre 20, 2011 7:46 pm

    No, no qui è diverso. Chi ha tradito per primo??????
    Una lezioncina bisognava dargliela, chissà magari ……………
    4 p

  13. settembre 21, 2011 11:30 am

    cattivissima 🙂
    s

  14. settembre 23, 2011 10:56 pm

    Traditrice!!!

    🙂

    Map

  15. settembre 24, 2011 12:31 am

    ma tu nemmeno volevi venire al concerto! infedele!
    s

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: