Skip to content

Biutiful

novembre 29, 2010
tags:

Pensavo che fosse un film che parla di cancro. Lo pensavo perché il protagonista ha metastasi un po’ ovuque e qualche mese di vita rimasto, la mia deduzione era ovvia e, concedetemi, lecita.

Invece la diagnosi è solo l’inizio del conto alla rovescia, delle due troppo-corte-ore e diciotto minuti di film alla ricerca della soluzione perfetta.

Della soluzione perfetta per il mondo, ovviamente. Se Inárritu, il regista di Babel, stavolta ci semplifica la vita narrando una sola storia, ce la ricomplica concentrando in Xavier Bardem almeno cinque personaggi in uno.

Un padre rude e manchevole, severo e incomprensivo. Fantasioso e divertente, affidabile e dolce. Un padre che fa del suo meglio, anche quando aiuta nei compiti la figlia e fa lo spelling di “biutiful”. Non certo il Will Smith che vuole felicità danarosa e happiness scritto con i puntini sulle “i”, per capirci.

Ma Bardem dicevo. Mi ha commosso, e io non mi commuovo per definizione. E’ uno stronzo che campa sfruttando immigrati illegali, ma che si batte perché abbiano una casa. E’ uno che ha lasciato la moglie psicolabile, ma che torna da lei perché in fondo solo lei è la sua tragica metà. E’ uno che vive la vita più di merda possibile ma che non vuole morire, non ha tempo per morire, perché tutti contano su di lui e quindi non può farlo e basta. Infatti che ha poco tempo rimasto non lo dice a nessuno di quelli che ruotano intorno a lui. Non lo dice al fratello, che sarà pure stronzo, ma è pur sempre lì, non lo dice alla moglie, che è incasinatissima ma chiede soltanto di amarlo, non lo dice alla figlia, non lo dice a nessuno perché tanto nessuno può aiutarlo perché in mezzo a tutti è completamente solo.

Il dramma della sua solitudine emerge a stento sullo sfondo della miseria del mondo dei clandestini (vi giuro che, finché non ho visto che pagava in euro, non avevo capito che fosse Barcellona) e della sua miseria personale e alla fine l’aiuto…bé, l’aiuto viene nel modo più scontato e buonista che si potesse immaginare, e insomma, non ho capito se in Italia uscirà mai, ma fate in modo di vederlo lo stesso, ok?

Annunci
8 commenti leave one →
  1. utente anonimo permalink
    novembre 29, 2010 5:32 pm

    Xavier Bardem, mi piace da matti, sia come recita che come ometto.
    Il film se uscirà andrò a vederlo, dopo una recensione così, mi incuriosisce
    mica male.
    Non ho capito nada della laurea!!!!
    4 P

  2. novembre 29, 2010 5:40 pm

    Sembra interessante, lo terrò d'occhio…poi Barden è un attore che piace anche a me!

  3. utente anonimo permalink
    novembre 29, 2010 8:13 pm

    ah sì, forse ci sono, ti ho scritto in "Gelidi pensieri"
    4p

  4. novembre 30, 2010 11:57 am

    A londra passa un po' tutto e di film di qualita' ne avrei proprio bisogno… Controllo appena finisco di procrastinare [attivita' nella quale certi giorni eccello… LoL]

  5. novembre 30, 2010 5:04 pm

    Chapeau!

  6. dicembre 1, 2010 11:40 pm

    Spero proprio che arrivi anche da noi presto. Bardem mi piace da matti, e pure Inarritu. 'Notte dottoressa Sissi 

  7. dicembre 3, 2010 11:15 pm

    Ciao,

    Ho appena scoperto il tuo blog e noto con piacere che ami il cinema.

    Adoro Inarritu, che secondo me ha una filmografia non sempre dello stesso livello: se Babel e AmoresPerros sono splendidi, 21 grammi è deludente.

    Biutiful a mio avviso rientra tra quelli meno riusciti: ho trovato la storia eccessivamente carica di eventi (drammatici), penso che il regista abbia spinto troppo in questo senso, lasciandosi prendere la mano in fase di scrittura.

    Ciao.

    Kurtz.

  8. dicembre 4, 2010 2:42 am

    Biutiful è un film carico, è vero, ma gli eventi non sono una concatenazione di sfighe eccezionali, ma la quotidianità di Bardem : la drammaticità è data solo dal conto alla rovesca verso la morte e dalla necessità di occuparsi di tutti prima di morire.
    welcome 🙂
    s.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: