Skip to content

Senza speranza

ottobre 19, 2010
Per un clamoroso errore di calcolo arrivo con mezz’ora di anticipo all’appuntamento. Prendo un moka bianco e mi accomodo nel gelo della terrazza di Starbucks, cerco una sigaretta. Uno si siede al tavolo accanto al mio, siamo in un paese libero, prego, ignori pure gli altri diciotto tavoli e venga a sorridermi con aria da coyote addormentato. In camicia a maniche corte. L’antisesso al quadrato, visto che ci sono tre gradi tre. Continuo a frugare nella borsa, non trovo l’accendino. Anche gli uomini in camiciola hanno una regione d’essere dopotutto. Sigaretta in mano, mi volto :
– Excusez-moi, avez-vous du feu?
– Sorry, I don’t speak french.
Annunci
5 commenti leave one →
  1. ottobre 20, 2010 5:58 am

    non ci posso credere questo ha il neurone e l'ormone in vacanza perenne

  2. ottobre 20, 2010 5:59 am

    o forse annichiliti dal freddo

  3. ottobre 20, 2010 1:43 pm

    sicuro che era italiano, era italiano, eh?
    il peggio del peggio…

  4. ottobre 20, 2010 8:01 pm

    Beh….trattasi di coyote addormentato

    Caigo

  5. ottobre 20, 2010 9:30 pm

    wide, non credo…i coyote italiani mica parlano inglese, no…?!?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: