Skip to content

Cancer is all around you

aprile 8, 2010

turner Vi ho già parlato della mia tendenza ad attaccare bottone con chiunque? Sì, credo di sì. Quindi lunedì ero in coda all’ingresso della mostra su Turner. Uno scoraggiante cartello preannuciava un’attesa di un’ora e mezza. Il sole era tiepido e un musicista mancato suonava il violino.

La signora davanti a me, sudando nella pelliccia, si informa da dove venga il mio accento, da quanto sto a Parigi, cosa faccio, cosa studio, cosa mangio e come vivo. Poi :

Ecco le vorrei chiedere un favore.

Ma prego, madame, dica pure

Mi terrebbe il posto in fila? Perché sa – drammatico abbassamento di voce, tono da cospiratrice clandestina – sei mesi fa ho finito una chemioterapia – Mi guarda cercando di capire se intuisca di cosa parla – Cancro – esplicita dopo una pausa – non mi sono ancora ripresa completamente, sa, da queste cose non ci si riprende mai del tutto…

Euhhhhlotta disperata per non voltarle le spalle e mandarla a f*** o scoppiarle a ridere in faccia – ma su signora, sia ottimista

Altro sospiro drammatico – Se sapesse, ma le auguro di non scoprire mai cosa vuol dire sa? Glielo auguro proprio.

Mmm. Si grazie.

Annunci
20 commenti leave one →
  1. aprile 8, 2010 5:42 pm

    Ce ne sono tante di persone melodrammatiche come questa, che dopo aver combattuto il cancro pensano che un riflettore da palcoscenico si sia acceso proprio su di loro, ponendole in evidenza rispetto agli altri.E ne parlano come se sotto sotto volessero essere compatite/applaudite.Immaginano gli occhi della gente che si sgranano su di loro e il conseguente commento "Davvero, signora, ma poverina, venga, la faccio passare…Chissà come si sente…"Peccato che ha incontato proprio te, della serie "Ne vogliamo parlare?"

  2. aprile 8, 2010 6:04 pm

    Che ottimismo. 🙂

  3. aprile 8, 2010 6:09 pm

    e almeno tu trovi dei parigini che ti danno da parlare, quelli che trovo io è già tanto se danno udienza.Però i cassieri della lidl del 18esimo sono quasi amichevoli (se lui lavora lì e io faccio la spesa lì si capisce che siamo nella stessa merda, ma io boicotto il Monoprix a priori)

  4. aprile 8, 2010 6:10 pm

    ma alla fine gliel'hai tenuto o no?

  5. aprile 8, 2010 6:33 pm

    Io invece le avrei proprio detto che sapevi bene e per esperienza diretta. Com'era la mostra?

  6. utente anonimo permalink
    aprile 8, 2010 6:42 pm

    anch'io son curioso, com'e' andata a finire?L.

  7. aprile 8, 2010 6:55 pm

    cosa gli rispondi a una così? è come quando ieri ho incontrato mio cugino al dh che si voleva fare vedere perché ha la TOSSE!

  8. utente anonimo permalink
    aprile 8, 2010 8:06 pm

    E' colpa della mostra su Turner. Dovevi cercarne una di Warhol!!  ;)))Bacioni!!Vero

  9. aprile 8, 2010 10:56 pm

    incommentabile….

  10. utente anonimo permalink
    aprile 8, 2010 11:17 pm

    Ciack si gira, buona la prima.4p

  11. aprile 9, 2010 6:07 am

    Io, con la mia ghigna dura che rompe anche un muro, glielo avrei detto, con una sonora risata, con un "Eh, signora, cosa vuol mai che sia…mi guardi io dopo tanta chemio sono qui bella pimpante"..è proprio vero che certa gente se non si sente dire "poverina" ad ogni piede sospinto non si sentono realizzati, mi ricorda tanto una persona di mia conoscenza…la cognata cretina

  12. aprile 10, 2010 1:37 pm

    L'autocompatimento, male peggiore di molti. Unito alla stupidità. Una miscela esiziale…Buon fine settimana.

  13. aprile 11, 2010 9:35 pm

    camden, in effetti no, non ne volevo parlare con lei…però che sfiga a beccarsi proprio me…! abbastanza surreale come situazione…sweetblow, welcome :)tose_tellet, lidl nel diciottesimo?!? dov'é??? com'è possibile che non lo conosca??? io conosco tutti i disocunt a nord della senna!!! bienvenu en tout cas :)anonimo affilato, certo che le ho tenuto il posto…l'alternativa era sorbirmi l'integrale delle sue disavventure cliniche! benvenuto(ma da dov'è che vengono tutte queste new entry???)giorgi, la mostra davvero interessante e bella. interessante perché delinea il percorso di turner, incluse le fasi più "classiche" in cui si rifà ai grandi maestri – fasi che io non conoscevo per nulla…bella, per la parte finale del turner conosciuto, con le grandi tele selvagge…terribile, perché bisognava fare a pugni per vedere qualcosa…L., scusa, ma lo sai che sono d'animo nobile e gentile…widepeak, ma ha la tosse…dai, su, un po' di comprensione :):)ziacris, ma secondo te mi avrebbe creduto?!?ale74, in effetti io non avevo molto riflettuto sulla stupidità…ok, sei convalescente, ma allora che minkia minkia vai a vederti un'expo il lunedì di pasqua con chilometri coda???(e che nessuno si azzardi a girare la domanda a me!!!)

  14. aprile 11, 2010 9:52 pm

    Io ho cercato con passione i discount lidl sul sito ufficiale (non resistendo alla vocina malata che diceva "iscriviti alla news letter iscriviti alla news letter" così mi sono iscritto, ora mi arrivano strane email che ricordano la pubblciità della piccol di mai dire martedì!(il gatto poi fu liberato, purtroppo per me, racconterò domani :D)

  15. aprile 11, 2010 10:13 pm

    la news letter della lidl??? cavolo, e io che pensavo d essere diventata una massaia moderna quando ho avuto la carte carrefour…

  16. aprile 12, 2010 9:35 am

    beh con la carte sei già un passo avanti, ma veramente non puoi tenerti la lidl fuori dalla tua vita, ho capito che sei una intenditrice, ti si aprirebbe un mondo nuovo, solo che le lidl richiedono fedeltà, nel senso, non ho ancora capito perchè non esiste nessun parigino che abita nei pressi di una lidl, tutti devono muoversi e parecchio per arrivarci (io con una felice metro da gare st. lazare)…(devo dire che io e te siamo partiti subito con discorsi di alta classe :D)

  17. aprile 12, 2010 2:58 pm

    cioè, tu dal nono prendi la metro e vai nel diciottesimo per la lidl???(ahh, ma poi passiamo ai supermercati bio, vedrai che innalzamento del tono del discorso…)

  18. aprile 14, 2010 8:45 pm

    Sei stata molto delicata…

  19. aprile 19, 2010 12:23 pm

    (ora mi fucilate)… però effettivamente la chemio è una cosa pesante, per quanto tu nei tuoi post riesca meravigliosamente a trasmettere tutto con leggerezza. E c'è gente che la prende male, e che rimane psicologicamente traumatizzata e dopo aver avuto un'esperienza del genere non è più la stessa (fisicamente e psicologicamente).Non condanno quelli, non penso "che schifo".Ammiro incondizionatamente e totalmente te.

  20. aprile 22, 2010 10:33 pm

    …pum! (fucilato)ma no, ma no, ti ringraziero' pure per i complimenti, e aggiungo pure che capisco, figurati, capisco benissimo. un po' meno l'esigenza di raccontare a chiunque la storia della propria vita – il posto glielo avrei tenuto lo stesso 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: