Skip to content

Io vivo senza i miei capelli

giugno 8, 2009

Devo decidermi a rasarli. Mi restano a mazzi tra le dita se per sbaglio mi sfioro, nella maglia quando mi spoglio, nella salvietta, per quanto dolcemente mi asciughi. Sono sparsi ogni mattino sul cuscino. E sono morti. Sono grigio topo, stopposi e morti. E quelli che restano in testa, sono secchi, grigio topo. E morenti.

Annunci
13 commenti leave one →
  1. utente anonimo permalink
    giugno 8, 2009 6:42 pm

    se te li rasi me li raso anche io. promesso.
    Francesca

  2. utente anonimo permalink
    giugno 8, 2009 6:56 pm

    Non credo sia facile come decisione, ma alcuni miei amici hanno preso la situazione in mano e track track via tutto, ma per una donna penso sia leggermente diverso.
    Infatti la mia amica ha tergiversato non poco, ma poi tra bandane, foulards, cappelli e persino parrucche ha fatto il grande passo.
    Ciao simpaticona
    4P

  3. giugno 8, 2009 11:47 pm

    capelli o non capelli, sarai sempre stupenda 🙂
    e poi non ci stancheremo mai di ripeterlo: ricresceranno!! ricci!!!!!!
    e poi non hai visto che fan club che hai??

    D. 🙂

    p.s. che ancora cerca di capire con chi diavolo si stia fidanzando Leo!!

  4. utente anonimo permalink
    giugno 8, 2009 11:52 pm

    appunto!niente più permanente!e foulard di gucci!e un bel tribale non fa mai male!tvtb A.

  5. utente anonimo permalink
    giugno 9, 2009 8:25 am

    Silvia,
    io ti consiglierei di rasarti…è meno traumatico, dopo tutto. Così non dovrai assistere alla lenta agonia della tua chioma. Quanto meno, lo avrai fatto per tua mano e non se li sarà presi lui. E’ un concetto vagamente psicotico, se vogliamo, ma è così…io conservo ancora da qualche parte la coda di cavallo che mi tagliarono prima della terapia.
    Quando cominciai la chemio, chiesi ad una mia amica che ci era già passata come fosse ritrovassi calvi da un giorno all’altro (lei li perse tutti nel giro di meno di 24 ore). Lei mi guardò, strinse le spalle e rispose “all’inizio è brutto…però alla fine mi piacevo…”. Un’altra ragazza che conoscevo, ha adottato in via definitiva il look alla Sinead O’Connor.
    Un bacio,

    Romina

  6. giugno 9, 2009 11:19 am

    Ehilà Edward Mani di Forbici come va??
    La decisione rimane sempre astratta o si è concretizzata?
    Scusami per il modo che a tutti i costi vuole essere simpatico, ma anche se non ti conosco mi dispiace,
    e cerco di fare la scacciapensieri, mah forse èmeglio che mi faccio i …….. miei.
    Ciao
    4P

  7. utente anonimo permalink
    giugno 9, 2009 1:23 pm

    “Devo decidermi a rasarli. Mi restano a mazzi tra le dita se per sbaglio mi sfioro, nella maglia quando mi spoglio, nella salvietta, per quanto dolcemente mi asciughi. Sono sparsi ogni mattino sul cuscino. E sono morti. Sono grigio topo, stopposi e morti. E quelli che restano in testa, sono secchi, grigio topo. E morenti. ”

    Very sexy 🙂

    A.C.

  8. giugno 10, 2009 12:31 am

    fra…prima tu allora. io non ce la faccio.
    4P…infatti tergiverso. e compro bandane, cappelli e foulards. grazie del sostegno 🙂
    D., A…..ma io sn riccia N-A-T-U-R-A-L-E!!!
    Rominaaaa, forse avrei dovuto dire di sì alla cuffia ghiacciata!
    A.C. vaffa 😀

  9. giugno 10, 2009 10:30 am

    Capisco le tue difficoltà. Pensa che i medici mi hanno raccontato che molte donne rifiutano la chemio per non perdere i capelli… Non ci volevo credere ma pare che sia la realtà.

    A questo punto potrei scriverti un sacco di banalità ma evito.

    Baci,

    Marco

  10. giugno 10, 2009 12:03 pm

    dai, vai giù duro, rasa tutto. io l’ho preferito. anzi me li rirasavo regolarmente per avere sempre questa nuchetta tutta liscia. tanto che quando avevano cominciato a ricrescere non me ne ero neanche accorta e li rasai tutti di nuovo, poveretti. io usavo una cosa fichissima sai, sono delle specie di fasce tubolari che si trovano in montagna che possono diventare fascia appunto o cappello o sciarpa. erano comode e fresche e piene di colori. se trovo un link te lo invio

  11. giugno 12, 2009 10:53 pm

    E’ dura, quando te lo dicono non te ne importa perchè pensi e sai che è più importante vincere ka battaglia, ma quando cominciano a rimanerti in mano a ciocche…è dura…MOLTO dura. Io presi il toro per la corna, mi sono messa lì, con calma, la mia mamma che stirava nella camera fianco, ho messo un foglio di giornale nel lavandino, mi sono seduta davanti allo specchio e una ciocca alla volta li ho tolti tutti, alla fine mi sono passata il rasoio, mi sono calata il “topo morto” in testa, ho aggiustato il taglio e…via, avanti con i carri

  12. utente anonimo permalink
    giugno 15, 2009 10:17 pm

    il y reste le bon spirite!!!!!!!!
    je te passe de l’énergie ++++++++++++
    muah muah *(^3^)/*
    Vivi-llina

  13. giugno 15, 2009 11:14 pm

    c’est de l’energie chinoise…?
    merci 🙂
    sissi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: